FIDES = FEDE

fidare, fiducia, confidare

"Quella virtù che consiste nel mantenere la promessa, osservare i fatti, adempiere esattamente i propri obblighi. Con Fides si vuole indicare il credere a quelle verità che pur esistono anche se non possono essere spiegate ..."

riunione online   verbale

PRESENTI

13 gruppi con un totale di 20 partecipanti:

1) Nostra Dimora

Aleandra Moraes

2) Scienza dello Spirito

Antonella Forti

Nelly Broli

3) Amore e Carità

Fernanda Cancelliero

Josélia Ribeiro

4) Sentieri dello Spirito

Fred Carbonare

Marina Dellafoglia

Sabina ed Emilio

Vera Moraes

Regina Zanella

5) GEE

Isabela Ferreira

6) SKAR

Karina Haertel

7) Casa di Timoteo

Luca Garbin

8) Gruppo di Studio Kardecista

Maghali Miranda

Nubia Batista

9) Rinascita

Mara Montes

10) KAU

Naiane Beltrami

11) Nucleo Spiritista Joanna de Angelis

Raquel Freitas

12) Settimo Cielo

Roberto De Bacco

13) Gruppo Spiritista Andre Luiz

Tais Salati

Il meeting inizia puntualmente alle ore 20:30 del 28.01.2020, coordinato da Regina Zanella presidente della Federazione Spiritista Italiana, la FIDES. 

La preghiera iniziale viene fatta da Leila.

Regina propone i topici/argomenti da trattare:

- Spiritismo in Italia. Difficoltà?

- Orientamento e sostegno

- Nascita di nuovi gruppi

- Sostegno a gruppi e singoli

- Osservazioni importanti

- Programmi futuri

- Confronto – Forum

 

Primo punto: Spiritismo in Italia. Difficoltà?

Regina spiega che l’incontro è motivato dalla osservazione della continua crescita/espansione del Movimento Spiritista in Italia e dalla necessità di proporzionare più informazioni riguardo ai gruppi per fornire ai nuovi interessati delle varie Regioni e Città di Italia. Per tale motivo, è stata fatta la richiesta dalla  FIDES ai dirigenti per avere degli aggiornamenti/precisazioni riguardo i gruppi da mettere sul sito della Federazione (http://www.fidesitalia.org). Poi Regina ha domandato se ci sarebbero delle difficoltà particolare nel ambito della divulgazione o dei gruppi ecc.

Emilio ha commentato sulla difficoltà dei partecipanti dei gruppi di dedicare poco tempo alla divulgazione per i vari motivi personali (lavoro, famiglia ecc) e dalla parte dei nuovi interessati di avere un interesse superficiali, che è legato principalmente ai fenomeni e poco agli studi. 

Regina ha chiarito che comunque non dobbiamo sentirci dei missionari. 

Tais aggiunse che molte volte le persone cercano di trovare qui in Italia i modelli delle Case Spiritiste brasiliane con il passe, seminario pubblico settimanale, cure medianiche ecc ma non hanno voglia di impegnarsi e approfondire con uno studio sistematico dello Spiritismo e che quando si spiega che il gruppo non è ancora strutturato per offrire tutto ciò, si allontanano perché il loro interesse spesse volte è superficiale. Poi ha parlato che stanno valutando la possibilità di offrire i contenuti della loro pagina Facebook anche in portoghese per aiutare chi è da poco in Italia. 

Regina ha suggerito che a prescindere della divulgazione effettiva, quando parliamo con qualcuno e possiamo dare una parola amica alla luce della Dottrina e aiutare, dare sollievo, questo comunque è già un risultato. 

Emilio ha aggiunto che questo è assolutamente vero e che ha provato grande soddisfazione recentemente nel aiutare e dare sollievo ad una persona che ha cercato il loro gruppo ed ha avuto dei benefici, cosa molto gratificante. Secondo lui è un obbiettivo che si raggiunge non solo per merito nostro ma con l’ausilio della Spiritualità Superiore che ci sostiene.

Luca ha detto che dalla sua osservazione ha potuto capire che la cosa che più spaventa gli italiani sono le parole Gesù e Vangelo (parole che per alcuni rimettono agli evangelici, ai Preti e quant’altro). Che su web riescono ancora a sentire gli approfondimenti, meno a frequentare le riunioni in persona. Anche per lui, in Italia le persone sono ancora molto legate ai fenomeni, agli “effetti”, alla sola medianità che dà dei “risultati” e che non vogliono approfondire. Ma ha notato anche che ha ottenuto qualche risultato positivo sulle piattaforme web dopo un po’ di tempo e con l’aiuto anche di Leila per l’approfondimento degli argomenti più svariati, ad esempio la Ghiandola Pineale. Però per lui spaventa la gente il fatto di dovere studiare, vogliono il fenomeno, la comunicazione medianica, subito e basta.

Regina ha chiesto qual’è il ruolo della “Consolazione”, della CONOSCENZA, del chiarimento, per noi in questo panorama.

Emilio ha aggiunto che è vero, che il nostro compito come spiritisti è proprio quello di chiarire le idee e far conoscere lo Spiritismo sui suoi giusti aspetti, di cambiare il punto di vista delle persone, fissate ad idee preconcette come il “diavolo”, le tavole rotanti, “l’impossibilità di comunicazione con gli spiriti” ecc, Compito arduo ma fattibili. 

Regina poi ha affermato che anzitutto dobbiamo cambiare noi stessi e senza nulla pretendere, dare degli input senza imporre niente a nessuno. La domanda qui è: Lo Spiritismo in Italia, quale sono le difficoltà? La Conoscenza che ruolo occupa? Tramite la conoscenza si può dare un aiuto più concreto, aiutare alle persone a a camminare con le proprie gambe. Oggi si sta riaprendo una porta che è stata chiusa per tanto tempo, i gruppi stanno cercando di fare qualcosa, c’è della buona volontà e questo è già importante.

 

Secondo punto: Orientamento e sostegno.

Regina disse che le piacerebbe sapere se i gruppi si sentono sostenuti, orientati? Chi gli orienta? Coi libri? Sono sostenuti in alcun modo o non ce né bisogno? Ha detto che si sa che iniziare un gruppo non è facile. Al di là di una questione burocratica, si è ricordata che quando hanno iniziato col suo gruppo a Milano più di vent'anni fa, erano in due gruppi, senza internet, cellulari, mail, con il massimo l’uso del fax, una realtà molto diversa di oggigiorno. I gruppi hanno bisogno di qualcosa in particolare? Orientazione, sostegno?

Maghali Ha detto che il loro gruppo, nato molti anni fa ad Aosta, ha ricevuto inizialmente degli orientamenti Spirituali provenienti dalla Francia. Il gruppo iniziale si è disciolto e da alcuni anni, con dei nuovi integranti  assidui nello studio della Dottrina, hanno deciso di aprirsi a delle nuove persone (oggi più di venti in tutto) e che ricevono appoggio da Regina Zanella, da Katarina di Biella e l’orientamento e l’assistenza Spirituale dalla Casa de Glacus di Belo Horizonte e della Aliança Espirita.

Luca ha detto che per fortuna riceve l’orientamento di Leila  e dei libri del suo periodo di vita in Spagna quando ha conosciuto lo Spiritismo. Mancanza di materiale in italiano per studi. Magari non sono ancora ben conosciuti.

Regina Il materiale c’è già, per esempio il libro Dottrina Spiritista per principianti di Luis Hu, poi i libri della Casa del Nazareno con più di cento titoli già tradotti e altri libri interessanti che si possono trovare anche sul sito sesto senso, senza parlare delle opere basi, i libri della Codificazione. 

Maghali Ha ricordato anche a Regina il documento tradotto a Torino: “Piano di Lavoro del Movimento Spiritista brasiliano 2018-2022” che può servire di orientamento al Movimento italiano, l’ESDE (Studio Sistematico della Dottrina Spiritista) della FEB e le info che comunque ci sono in rete.

Regina ha detto che … e che i libri della codificazione sono l’argomento dell’ESDE e che pertanto bastano per chi ha voglia di approfondimenti.

Maghali Poi ha chiarito che anche in Brasile ci sono state e ci sono tuttora delle difficoltà, che non tutto sono rose e fiori.

Karina Ha chiesto dove si possono trovare i libri, come funziona la distribuzione?

Regina Ha passato subito i seguenti link: www.casadelnazareno.it e www.sestosenso.org spiegando che i libri si trovano con prezzi molto accessibili e si possono chiedere tanto per studio in privato o in gruppo e anche per degli eventi tipo congressi, conferenze ecc e che arrivano con un corriere, un modo sicuro e veloce. Poi ha detto che si può scrivere una mail nel sito, per esempio quello di Sesto Senso, spiegando come sarà l’evento e prendere i libri in conto vendita.

 

Terzo punto: Nascita nuovi gruppi.

Regina Ha detto che sembra di aver capito che sono nati dei nuovi gruppi, di non conoscerli tutti ma che le sembra una cosa positiva. Ha domandato poi: cosa ne pensate, ne siete a conoscenza?

Karina Ha spiegato che ogni tanto su la loro pagina Facebook arrivano dei messaggi di persone di tutta Italia e che prima utilizzavano il sito della Fides per vedere i gruppi ma ora il sito non è ancora attualizzato.

Regina Ha detto che il sito non è completamente attualizzato (manca la parte di eventi e appuntamenti) ma quanto riguarda ai gruppi sì, a seconda di chi ha mandato le proprie info a Fred, con il nome del gruppo, contati, indirizzo, link Facebook, i giorni delle riunioni e le attività ecc .

Fred Ha chiarito che nel sito Fides, per quelli che hanno mandato le informazioni del proprio gruppo, è tutto aggiornato.

Karina Ha domandato cosa si può fare per aggiornare le informazioni, le notizie sullo Spiritismo in internet, per esempio su Wikipedia?l’altra cosa è se si cerca ad esempio, di come aprire un gruppo spiritista, appare in primo piano il link della USI?

Luca ha detto che è meglio cercare con più parole, ad esempio Spiritismo e Fides.

Fred Ha parlato che le parole chiavi non sono così importanti oggigiorno. L’importante è avere la stessa informazione disponibile su varie fonti, in siti internet (nel sito della FIDES stanno aggiornando queste informazioni e sarebbe interessante che anche altri gruppi Spiritisti italiani che hanno un loro sito lo facessero), su temi come: Che cos’è lo Spiritismo, chi fu Allan Kardec, Chico Xavier ecc per poter provare la provenienza delle informazioni, necessario e fondamentale per fare un aggiornamento per esempio su Wikipedia (questi site devono poter verificare che l’informazione è vera e reperibile su altre fonti).

Maghali Ha detto che sarebbe meglio che tutte le informazioni pubblicate fossero prese da fonti sicure con del riferimento bibliografico, scritte in un italiano perfetto, senza dare margine a delle interpretazioni dubbiose, e nel site della Fides essere messo a disposizione tutte le informazioni basiche sullo Spiritismo.

Quarto punto: Programmi futuri

Regina Ha domandato ai partecipanti se sentono la necessità di avere oratori esteri, persone che vengano da fuori per fare delle conferenze.

Maghali Disse che per lei gli oratori esteri hanno una preparazione profonda in certi temi proposti. Qua ci sono persone preparate in modo generale ma non nello specifico su certi argomenti. 

Karina Ha aggiunto che quando ci sono questi oratori esteri le persone in generale sono più interessate e l’evento è visto come più importante.

Luca Ha detto che se il conferenziere non è conosciuto in Italia il pubblico italiano che non è spiritista non sarà invogliato a sentirlo. 

Karina Ha spiegato che anche per questo hanno iniziato a fare delle conferenze con delle persone italiane però hanno più pubblico quando gli oratori sono brasiliani.

Maghali Ha aggiunto che la non conoscenza degli oratori esteri si risolve pubblicando molto prima dell’evento anche i loro curriculum, una loro biografia per farli conoscere anche da chi non è Spiritista. 

Emilio Disse che se una persona viene motivata a partecipare ad un evento ed a sentire qualsiasi oratore, comunque sarà accompagnato dalla Spiritualità e così il MESSAGGIO PASSA, questo a prescindere se l’oratore è straniero o italiano; chiaramente in Brasile lo Spiritismo si è sviluppato di più nei confronti dell’Italia di adesso; quando si sente un Haroldo Dutra, un Divaldo Franco, un André Luiz Ruiz, anche se di loro si sa poco, non se rimane loro indifferenti, trasmettono, lasciano un messaggio importante e profondo.

Luca Ha parlato poi che fornire una biografia, in questi casi può veramente aiutare.

Aleandra Ha poi spiegato che da loro gli eventi sono sempre stati fatti e che motivano i nuovi a studiare e frequentare il loro gruppo (sono ormai tre i gruppi di studio dentro la città di Verona). Seminari e conferenze sono sempre stati positivi. 

Mara Ha detto che è logico che gli oratori brasiliani, per il fatto che lo fanno da tantissimo tempo hanno una grande saggezza, una carica impressionante ma ha suggerito che si può fare anche delle mini conferenze (con dei temi specifici come ad esempio il matrimonio, le unioni ecc) con persone interne al proprio gruppo, preparando bene i temi prima di affrontarli, e poi, magari, mettersi a disposizione di altri gruppi e creare così un interscambio, organizzandoci per tempo, senza dipendere solamente degli oratori esterni .

Aleandra Essendo d’accordo ha spiegato che il loro gruppo da un po' di tempo ha già iniziato a fare queste mini conferenze. Anzitutto si fa una scala dei temi da trattare, poi chi deve parlare studia, si prepara e questo dà un'opportunità a chi per ora non ha voglia o non può  frequentare assiduamente il gruppo di comunque sentire delle buone parole, ricevere il passe e di essere confortato spiritualmente. 

Mara Disse che l’idea è molto positiva e ha aggiunto che per chi può fare delle ricerche per temi e quant’altro nei site brasiliani, troverà veramente vasto materiale e che si potrà suddividere i temi fra i gruppi interessati in partecipare a questo progetto, organizzandoci e articolandoci (sicuramente temi più coinvolgenti e necessari nell’attualità per il pubblico italiano). 

Regina Ha poi concluso che sono però due cose interessanti ma separate, una è la conferenza organizzata e fatta dentro il proprio gruppo, l’altra è la proposta dell'interscambio di oratori fra i gruppi, che esigerebbe degli spostamenti e appunto più logistica, come trasporto e soggiorno. Cose comunque auspicabili di aiuto reciproco e di interazione fra i gruppi.

Regina Ha poi introdotto l’argomento delle prossime conferenze che ci saranno prossimamente con tre oratori che saranno in Italia tra Marzo ed Aprile (mancano i nomi completi): 

Dalva (?), brasiliana, sarà in Italia nel mese di ? ancora non ha ricevuto l’elenco delle tematiche da lei trattate ma come è stata presidente della Federazione Spiritista dello Stato dello Spirito Santo potrà parlare ad esempio della gestione delle Case Spiritistiche, sul lavoro, collaborazioni ecc., si potrà organizzare un seminario per i gruppi poi  c’è Mirela (?), anche lei brasiliana, terapeuta...(?), vive a Bologna, e farà degli incontri da Febbraio in poi su questi argomenti...?, e poi Mario (?), della città di Curitiba, psicologo, sarà in Italia nel mese di Aprile e come tema presenta la serie psicologica di Joanna de Angelis sopratutto sull'auto conoscenza. Regina ha detto che poi ci sarà l’agenda, che i costi da sostenere sono del viaggio (trasporti) interno e l’ospitalità e ha chiesto ai gruppi interessati di  prenotarsi.

E prima della conclusione, l’ultimo argomento è sulla proposta che tratta di una “conversazione” non solo fra spiritisti ma fra spiritisti e spiritualisti perché quando Luca parlava prima della confusione attorno alla parola Spiritismo,  e comprendere cosa sia, c’è anche molta confusione attorno alla parola medianità, cosa sia e cosa comprende, che la medianità non è una proprietà dello Spiritismo ma che ci sono altre espressioni medianiche anche in Italia, e pertanto far conoscere come trattiamo questo argomento e capire come lo trattano gli altri per non avere pregiudizi da una parte e ne dall’altra. Per questo ci sarà un FORUM, un dialogo  sulla medianità per fare un poco più di chiarezza. 

Marina Ha detto che è bellissimo questo confronto non solo sulla medianità dal punto di vista dello spiritismo e dello spiritualismo ma anche tra Italia e Brasile e che l’ha colpito cosa ha detto Maghali che ha sottolineato una realtà che noi non conosciamo perché in Italia può capitare veramente che si demonizzi la parola Spiritismo ma anche che si mitizzi il Brasile.

Karina Ha poi detto che è molto interessante per aprire gli orizzonti e vedere aldilà di quello che siamo abituati, una bella opportunità di spandersi, confrontando le somiglianze e discordanze.

Maghali Ha ricordato che Kardec a suo tempo partecipava a tutti gli incontri importanti dove la tematica girava attorno allo Spiritismo o spiritualismo in generale tanto per sentire altre voci quanto per parlare di Spiritismo, delle sue conoscenze, non si è mai sottratto al confronto, ha mantenuto sempre il suo metodo di ricerca, di apertura e che pertanto anche noi non dobbiamo essere dogmatici. Il nostro orientamento è lo Spiritismo ma nel confronto, facciamo dei paragoni e filtriamo e così cresce anche lo Spiritismo, si perfeziona, si consolida e si esprime anche meglio.

Mara Ha poi detto che è d’accordo con Maghali, che dobbiamo essere aperti, guardare altre realtà non possiamo stare dentro un guscio, che dobbiamo andare a sentire cosa dicono anche gli atri, dare spazio alla conversazione e ha chiesto dove l’incontro avrà luogo.

Regina Ha informato che il Forum si terrà a Milano il quattro e il cinque Aprile, Sabato e Domenica, che il primo giorno interesserà i medium, gli studiosi, gli operatori, i dirigenti delle case e dei gruppi (chi riterrà opportuno potrà intervenire brevemente), il secondo giorno aperto a tutti che vorranno partecipare, il pubblico in generale, e che ci sarà un link con tutte le informazioni necessarie.

Maghali Ha domandato/proposto se ci sarà in futuro, una due volte all’anno, un corso intensivo specifico sulla medianità e anche sul Passe promosso dalla Fides solo per gli Spiritisti seguendo le indicazioni di Kardec anche per aiutare i medium, a chi si approccia a questi studi, di affrontare le difficoltà, le proprie paure e di così esplorare, praticare e sviluppare i propri sensi medianici in sicurezza.

Regina Ha accolto la proposta e ha risposto che tale corso è già stato fatto in passato e che sicuramente ci sarà di nuovo quest’anno. Poi ha di nuovo invitato tutti a partecipare al Forum dicendo che ci saranno sopratutto medium italiani (addirittura dei medium italiani spiritisti) ma anche dei brasiliani per un dialogo comune. Si cercherà di sapere com’è la medianità italiana oggi e com’è la medianità brasiliana oggi. Si tratterà di uno studio, di un confronto. Ci sarà anche un psicologo per parlare con il pubblico e per trattare, caso necessario direttamente con i presenti. Pertanto sarebbe interessante che tutti i gruppi mandassero al meno un partecipante che avrà la possibilità di intervenire. 

I temi/topici trattati durante il Forum (titolo/nome?) saranno:

. Dono della medianità;

. Medium e sensitivi;

. Fisiologia della medianità;

. Tipi di medianità;

. Psicologia della medianità;

. Fraternità fra i medium;

. Storia della medianità;

. La medianità nel III Millennio.

Dal Brasile ci saranno per esempio Miguel Formiga (che abbiamo conosciuto ad Assise, medium psicografo) e Francisco Ferraz, ex presidente della Federazione Spiritistica del Parana.

Karina Chiese se ci saranno delle convenzione con l’hotel/ristorante per chi verrà da fuori Milano e Regina ha risposto di sì, sicuramente.

Nubia Ha chiesto anche se la struttura è raggiungibile anche con la metropolitana per chi arriva dalla Stazione Centrale (pensando già agli orari per il ritorno coi treni) e Regina ha spiegato di sì, senza problemi e che nella Domenica l’incontro non finirà tanto tardi. Ha detto anche che invierà il link del Forum dove si potrà trovare ogni informazione riguardo l’evento. 

Josélia  Ha raccontato che nel loro gruppo, ogni Mercoledì fanno la riunione con i temi e gli studi presi ad esempio dal Libro degli Spiriti, con il passe e alla fine una vibrazione, e  che, senza volere, fra di loro accade la “psicofonia”, involontariamente. Per quello sarebbe bello che il loro gruppo partecipasse a questo Forum. Lei ha detto che prima aveva molta paura ma che l’ha superata con lo studio e con la pratica seria e disciplinata.

Regina Ha ringraziato i partecipanti del meeting e ha detto che prossimamente ci sarà un altro per approfondimenti e anche per vedere se qualche proposta è già stata portata avanti e tutti quanti hanno risposto positivamente. 

 

*La preghiera finale è stata fatta da Isabella. 

Compilato da Maghali Miranda, Torino

Resoconto del Meeting dei Gruppi Spiritisti del 28.01.2020 promosso dalla FIDES.